lunedì 12 dicembre 2016

Acquadirose Edicart...
vivere una favola!


Raccontare le fiabe a un bambino è davvero fondamentale in quanto, riescono a far sviluppare l'intelligenza emotiva, stimolano il linguaggio, la fantasia e ogni volta che se ne legge una comincia una nuova avventura!

Fin da quando Clara era nel pancione, leggevo un sacco di libri per me(mentre dormiva), inoltre, avevo imparato perfettamente i suoi orari e, esattamente alle 21:15 arrivava il momento più atteso della giornata:una fiaba tutta per lei prima di darle con una caldissima carezza la buona notte e successivamente sentirla calma e...addormentata.

Non prendetemi per pazza o per una che racconta fandonie ma, studi scientifici hanno dimostrato che, leggere le fiabe in gravidanza è importantissimo, i bambini infatti, imparano a riconoscere l'intensità e la cadenza del linguaggio della sua mamma!ovvio nell'utero non capirà il contenuto ma è pur sempre una bella abitudine, lo definirei...un rito da non perdere!.

Ogni sera, prima di mettere Clara nel lettino, lei è pronta con le sue pantofoline e pigiamino alle prese con la ricerca del libro perfetto da leggere!.

Non vi nascondo che ci sono fiabe che abbiamo letto tantissime volte e che, se potessimo analizzare le pagine sotto uno speciale microscopio, risulterebbero logorate dalla continua scanzione dei miei occhi come un barcode in un supermercato che scansiona tantissimi prodotti al giorno.

Ultimamente, grazie alla splendida collaborazione con Edicart, abbiamo avuto modo di leggere una delle fiabe più belle e tenere che possano esistere:Acquadirose e il profumo magico.

Acquadirose è un libro dai colori tenui e dalle immagini dai tratti delicati, la sua copertina rigida permette di riporlo facilmente sul piano della libreria senza sgualcire le pagine.



Acquadirose, oltre ai suoi amici Ponpon e Biancofiore, ai suoi occhioni blue e ai suoi capelli lunghi e rossi, ha un dono naturale:grazie al suo olfatto sensibile e raffinato e con i petali che emanavano tanto profumo, lei riusce a creare maghiche essenze per le fanciulle del regno, quindi..era sempre alla ricerca di nuove piante, nuovi fiori per cercare di creare nuove essenze.

Un giorno però, una principessa gentilissima, dal cuore d'oro ma tristissima si recò da lei perchè le serviva una delle tante essenze magiche di Acquadirose, era afflitta e sconsolata, lei si vedeva bruttissima e le mancava l'amore! l'amore vero che solo un principe con il cuore d'oro le avrebbe potuto dare!.

Durante la ricerca dei fiori perfetti per l'essenza magica che doveva regalare a  Delfina(questo è il nome della principessa), Acquadirose incontrerà tanti splendidi fiordalisi e dei piccoli mughetti che, le doneranno parte del loro polline e petali profumati in modo da poter completare l'essenza che avrebbe realizzato in parte il sogno di Delfina!Dopo averla incontrata e dopo averle consegnato la boccettina, Acquadirose le disse di bere pochissime gocce...

Delfina dopo aver ricevuto la boccettina magica si ritirò al castello, si riposò e, il giorno seguente bevve tutta la boccettina! Successivamente perse i sensi e si addormentò in un sonno profondo lunghissimo.


Dormì di un sonno profondo, due giorni e due notti intere e, al suo risveglio, trovò il Re e la Regina che la guerdavano preoccupati. 

Dopo aver aperto gli occhi, la fanciulla non poteva credere a ciò che stava vedendo!...

Beh scusatemi però, il finale...è a sorpresa!
Per scoprire come và a finire, non vi resta che acquistare il testo di Sabrina Arcangeli  Acquadirose, edizione Edicart! Buona lettura e...buon viaggio sulle ali della fantasia!







Immagini di mia proprietà.