mercoledì 21 dicembre 2016

App per ricevere telefonate o videomessaggi da Babbo Natale! 

Dicembre...
L'aria fredda e penetrante, le luci di natale che adornano vetrine e balconi, le corse fatte per acquistare gli ultimi regali, i diversi presepi vengono addobbati con cura in tutte le chiese e, nelle case si respira oltre al profumo dei biscottini preparati con cura, la fantastica magia del natale che diventa quasi palpabile guardando i nostri bambini.

Ricordo ancora con nostalgia quando ero bambina...prima in chiesa per la nascita del bambinello e poi sapevo e aspettavo con ansia l'arrivo di babbo natale ma, in cuor mio ho sempre sognato e sperato di poter parlare con lui o di guardarlo dal vivo.

Quest'anno, ho deciso di sorprendere Clara con il mio cellulare!
Grazie al mio smartphone, Clara non crederà ai suoi occhi e alle sue orecchie!

Eh già, Clara potrà vivere la magia del natale e sognare ad occhi aperti anche grazie ad una splendida App!
PNP (Polo Nord Portable) è una bellissima App che consente di creare video, oppure di far ricevere una telefonata ai nostri bimbi proprio da Babbo Natale sul nostro dispositivo!

Io per Clara ho creato un video carinissimo(disponibile sia per bambini che per adulti), inserendo il nome(o nomignolo tra quelli disponibili), l'età, il sesso, la provenienza, si ha il modo di personalizzare il video come si vuole, se poi si vogliono inserire altri dettagli però, si dovrà passare alla modalità premium(a pagamento).

Grazie alle principali caratteristiche di questa splendida App(supportata da Android, iPhone, iPad e PC), possiamo:

  • Creare video;
  • Ricevere telefonate da parte di Babbo Natale;
  • Registrare la reazione dei bambini;
  • Ascoltare il giudizio di Babbo Natale(Premium);
  • Pass illimitati(Premium)per chiamate e video.
Questo è il video per Clara, non vedo l'ora di farglielo vedere!!   
Video


https://www.portablenorthpole.com/it/player/585a70a002ba3-585a70a002c47

martedì 20 dicembre 2016

Impacchettare i regali in modo alternativo?
Si grazie!


Eccomi qui con un nuovo tutorial natalizio tutto tenerissimo e simpaticissimo!

Insomma, basta  incartare i regali in modo tradizionale!
Almeno per i bambini e per i regali dalle scatole rettangolari o quadrate, cambiamo il modo di rivestirle!

Questo fantastico modo di impacchettare i regali, renderà felici i bambini ancor prima di scartare il regalo!

Per impacchettare i regali, riproducendo  la sagoma di un fantastico orsetto dall'effetto country occorrono:


  • Nastro adesivo;
  • Colla (vinilica possibilmente, io ho utilizzato l'Attak e si vedono i punti dove ho applicato la colla);
  • Pennarello;
  • Carta marrone per imballaggi;
  • Nastrino o fiocchetto già pronto(però si possono anche realizzare cravattini, papillon con carta crespa, collarini con campanellino etc)
  • Regalo da incartare;
  • Forbici;
  • Un foglio bianco o cartoncino.
Come prima cosa, dobbiamo aprire la carta da imballaggio, posizionare sopra il regalo(nel mio caso è un libro)e simulare la chiusura in modo da poter prendere le"misure" adatte del foglio, così facendo infatti, si eviterà di sprecare la carta inutilmente.

Subito dopo, dalla carta che è rimasta, tagliamo una striscia da dove successivamente ricaveremo le zampette e le orecchie( più è grande il pacco e più la striscia dovrà essere larga, insomma...questione di proporzioni 😀).

Con il pennarello, disegnamo le zampette e le orecchie sul foglio marrone, mentre, sul foglio bianco il musetto e ritagliamoli.
Dopo aver incartato il regalo in maniera tradizionale, e aver chiuso il tutto con il nastro adesivo, incolliamo con la colla vinilica, le zampette, le orecchie e il musetto.
Dopo aver lasciato asciugare bene la colla, disegnamo gli occhi e le varie "cuciture " sparse dappertutto(ovvio senza esagerare), io per renderlo più completo ho disegnato anche una toppa con il cuoricino, volendo però, si  può anche incollare un pezzettino di stoffa per renderla più reale, oppure semplicemente scrivere all'interno del quadratino il nome!. 
  







Ultimo passaggio..."vestiamo" l'orsetto a festa! 
Io ho scelto un nastrino rosso a pois bianco...
voi invece?
Come lo realizzerete?



mercoledì 14 dicembre 2016

Ci facciamo tante domande inutili ma...non ci siamo mai chiesti: cosa pensa mio figlio di me quando fumo?

Tutti noi sappiamo che fumare fa male, io, per fortuna, non ho mai sentito la necessità di "provare a fare un tiro" oppure fumare una sigaretta intera ma vorrei parlare con il cuore in mano a chi fuma.

Fumare è risaputo: non fa bene alla salute e sia chiaro,non voglio fare la paternale e tanto meno costringere nessuno a smettere perchè, io non sono nessuno per poterlo fare ma...guardando il video di Matteo Viviani, inviato del programma "Le iene" mi son scese le lacrime nonostante io e mio marito non siamo mai stati dei fumatori.

Avete mai pensato a ciò che realmente pensano di voi i vostri bambini quando tra le dita avete una sigaretta o semplicemente quando gli date un bacio al "profumo" di tabacco?

Sentire ciò che pensano questi bambini dei  propri genitori che fumano è stato per me, un colpo basso, un colpo al cuore, non so', ho avuto una strana sensazione, è come se, giocando alla battaglia navale mi sentissi "colpita e affondata" eppure...io non fumo!.

Avere una sigaretta tra le mani, è vero, rilassa, scarica la tensione etc ma...perchè non si cerca un diversivo? un modo per rilassarsi con qualcosa che faccia felice i bimbi e che faccia anche meno male alla salute?
La soluzione ideale, senza ombra di dubbio sarebbe quella di smettere, ma, se proprio non si riesce si potrebbe provare con una "strada alternativa" utilizzando l'e-cig con liquidi senza nicotina Vaporart !

Vaporart è un'azienda che produce liquidi aromatizzati per vaporizzatori personali(ex sigarette elettroniche).
Lazienda è di origini lombarde ed è nata nel 2013(quindi produzione del tutto italiana), i prodotti in questione, sono stati inoltre analizzati non solo presso il laboratorio di Tossicologia Forense di Milano ma, anche da altri laboratori certificati.

I dati dei risultati sono chiari: i vaporizzatori personali, abbinati a liquidi SENZA NICOTINA, sono molto meno nocivi delle sigarette tradizionali.
Matteo Viviani inviato de Le Iene, dopo l'analisi a campione del prodotto, ha potuto dimostrare come, tutti i liquidi vaporizzatori acquistati(con e senza nicotina)non contenevano concentrazioni di metalli pesanti tali da poterli ritenere dannosi.
I liquidi sono di purezza di grado farmaceutico  e la produzione è italiana al 100% !

Fumare accorcia la vita!
Ascoltiamo i nostri bimbi, diamogli retta!




lunedì 12 dicembre 2016

Acquadirose Edicart...
vivere una favola!


Raccontare le fiabe a un bambino è davvero fondamentale in quanto, riescono a far sviluppare l'intelligenza emotiva, stimolano il linguaggio, la fantasia e ogni volta che se ne legge una comincia una nuova avventura!

Fin da quando Clara era nel pancione, leggevo un sacco di libri per me(mentre dormiva), inoltre, avevo imparato perfettamente i suoi orari e, esattamente alle 21:15 arrivava il momento più atteso della giornata:una fiaba tutta per lei prima di darle con una caldissima carezza la buona notte e successivamente sentirla calma e...addormentata.

Non prendetemi per pazza o per una che racconta fandonie ma, studi scientifici hanno dimostrato che, leggere le fiabe in gravidanza è importantissimo, i bambini infatti, imparano a riconoscere l'intensità e la cadenza del linguaggio della sua mamma!ovvio nell'utero non capirà il contenuto ma è pur sempre una bella abitudine, lo definirei...un rito da non perdere!.

Ogni sera, prima di mettere Clara nel lettino, lei è pronta con le sue pantofoline e pigiamino alle prese con la ricerca del libro perfetto da leggere!.

Non vi nascondo che ci sono fiabe che abbiamo letto tantissime volte e che, se potessimo analizzare le pagine sotto uno speciale microscopio, risulterebbero logorate dalla continua scanzione dei miei occhi come un barcode in un supermercato che scansiona tantissimi prodotti al giorno.

Ultimamente, grazie alla splendida collaborazione con Edicart, abbiamo avuto modo di leggere una delle fiabe più belle e tenere che possano esistere:Acquadirose e il profumo magico.

Acquadirose è un libro dai colori tenui e dalle immagini dai tratti delicati, la sua copertina rigida permette di riporlo facilmente sul piano della libreria senza sgualcire le pagine.



Acquadirose, oltre ai suoi amici Ponpon e Biancofiore, ai suoi occhioni blue e ai suoi capelli lunghi e rossi, ha un dono naturale:grazie al suo olfatto sensibile e raffinato e con i petali che emanavano tanto profumo, lei riusce a creare maghiche essenze per le fanciulle del regno, quindi..era sempre alla ricerca di nuove piante, nuovi fiori per cercare di creare nuove essenze.

Un giorno però, una principessa gentilissima, dal cuore d'oro ma tristissima si recò da lei perchè le serviva una delle tante essenze magiche di Acquadirose, era afflitta e sconsolata, lei si vedeva bruttissima e le mancava l'amore! l'amore vero che solo un principe con il cuore d'oro le avrebbe potuto dare!.

Durante la ricerca dei fiori perfetti per l'essenza magica che doveva regalare a  Delfina(questo è il nome della principessa), Acquadirose incontrerà tanti splendidi fiordalisi e dei piccoli mughetti che, le doneranno parte del loro polline e petali profumati in modo da poter completare l'essenza che avrebbe realizzato in parte il sogno di Delfina!Dopo averla incontrata e dopo averle consegnato la boccettina, Acquadirose le disse di bere pochissime gocce...

Delfina dopo aver ricevuto la boccettina magica si ritirò al castello, si riposò e, il giorno seguente bevve tutta la boccettina! Successivamente perse i sensi e si addormentò in un sonno profondo lunghissimo.


Dormì di un sonno profondo, due giorni e due notti intere e, al suo risveglio, trovò il Re e la Regina che la guerdavano preoccupati. 

Dopo aver aperto gli occhi, la fanciulla non poteva credere a ciò che stava vedendo!...

Beh scusatemi però, il finale...è a sorpresa!
Per scoprire come và a finire, non vi resta che acquistare il testo di Sabrina Arcangeli  Acquadirose, edizione Edicart! Buona lettura e...buon viaggio sulle ali della fantasia!







Immagini di mia proprietà.

lunedì 5 dicembre 2016


E' Natale

E' Natale, è Natale,
chi sta bene e chi sta male:
c'è chi mangia il panettone,
lo spumante ed il torrone:
ed invece in qualche terra
i bambini fan la guerra.
Caro mio bel Bambinello
fa' che il mondo sia più bello
e con gli uomini in letizia
tutti in pace ed amicizia.
Ad ognuno fai trovare
ogni giorno da mangiare.
Della neve ogni fiocco
tu trasformalo in balocco
che poi cada lì vicino
ad ogni piccolo bambino.
Manda a tutti il proprio dono
e fammi essere più buono.


Filastrocca tratta da : Filastrocche.it

venerdì 2 dicembre 2016

Rinite allergica nei bambini, come riconoscerla?


Una delle infiammazioni nasali più comuni nei bambini è la :rinite allergica.

La rinite allergica, si presenta ogni volta che il bambino, viene a contatto con sostanze a cui è particolarmente sensibile quali :polline, spore di funghi, polvere e peli di animali.

Starnuti frequenti, gonfiore delle mucose nasali, occhi arrossati e prurito al naso e alla gola sono i sintomi che la caratterizzano a differenza di un banale raffreddore.

Tra i principali responsabili della rinite, troviamo i pollini, infatti ce ne accorgiamo subito quando è in atto una rinite da fioritura perchè compare spesso in primavera, nella scaletta degli agenti scatenanti troviamo al secondo e terzo posto:la polvere di casa e il pelo degli animali domestici (in particolare il pelo del gatto).
Non appena si manifestano i sintomi sopra elencati, bisogna far visitare il bambino dal pediatra che, valuterà le eventuali allergie in famiglia o la predisposizione ai disturbi allergici, si potrebbe inoltre ricorrere al prick-test per avere una maggiore conferma e riuscire a individuare l'allergene.
In caso di allergia forte e frequente, la rinite allergica potrebbe diventare cronica e, l'unica cosa che possiamo fare è quella di evitare che il bambino venga a contatto con la sostanza scatenante.
Tutti i disturbi della rinite si possono attenuare con la crescita o cambiando alcune abitudini di vita.


Fonte e immagine web.

venerdì 25 novembre 2016

Learning Tower (Metodo Montessori)


La curiosità dei bambini è smisurata, innata e deve essere soddisfatta in tutti i modi possibili e immaginabili,  per lui infatti, nulla deve essere visto come un "divieto", "ostacolo" ma, deve essere libero di poter conoscere e sperimentare l'ambiente che lo circonda e conoscere gli oggetti di uso quotidiano in maniera autonoma.

Grazie al Metodo Montessori, i bambini sono liberi di sperimentare e scegliere "da soli"il percorso educativo da intraprendere.

Coloro che hanno deciso di utilizzare questo metodo in casa, non dovranno mai far mancare al bambino uno degli "oggetti" più indispensabili: la Learning Tower! 



La Learning Tower o Torre per l'apprendimento, è una sorta di sgabello dove i bambini possono arrampicarsi, salire e riuscire a vedere tutto ciò che si trova ad altezza uomo, in cucina per esempio, grazie alla Learning Tower, il bambino riuscirà a vedere ciò che prepara la mamma, guardarla mentre lava i piatti(eh già, ciò che per noi è scontato, per loro è una grandissima novità), mentre taglia verdure e perchè no, aiutarla anche a preparare il pranzo manipolando gli ingredienti con le proprie manine(molto efficace per i bambini che non hanno tanto appetito o sono riluttanti verso determinati alimenti).


La torretta è abbastanza stabile e alcuni genitori amanti del bricolage potrebbero addirittura fabbricarla da soli in casa, mentre, per chi è imbranato come me, ci sono dei siti appositi dove poterla acquistare già pronta per l'uso! 

Grazie alla torretta, il genitore potrà finire le faccende in cucina avendo sotto stretto controllo il bambino, mentre, dall'altra parte, il bambino si divertirà un mondo, potrà guardare materialmente ciò che accade ai "piani alti"e manipolare anche lui diversi oggetti!
La mamma, non avrà il patema d'animo ogni volta che si sposta ancora il bimbo cade(cosa molto comune se si utilizza una normale sedia), e il bambino invece, potrà muoversi tranquillamente su una superficie piana senza dislivelli e acquisire tanta sicurezza in più! 



Vi posto qui il link del sito: Lacrescitafelice dove spiega, passo dopo passo come realizzare una Learning Tower in maniera semplicissima!




Immagini web

giovedì 24 novembre 2016

Nuovo Concorso Mustela

Mamme a rapporto!

Nuovo concorso fresco fresco che, in modalità instantwin, permetterà ad alcune fortunate di vincere un kit: Mustela Vanity Travel set !

Partecipare al concorso è semplicissimo, basta seguire tre semplici passaggi: 

1)Registrarsi al sito Quimamme.it, oppure semplicemente accedere se si è già registrati;
2)Cliccare successivamente sul tasto:Partecipa e scoprire subito se si è vinto un kit di prodotti Mustela;
3)Per continuare a giocare e tentare la fortuna basta invitare 5 amici inserendo i loro indirizzi email!

Io ho tentato la fortuna ma...NULLA! Voi invece? Siete riuscite a portarvi a casa il kit?








Immagine web

mercoledì 23 novembre 2016

Amazon Dash Botton

Ecco qui, oggi vi parlerò di uno dei tanti oggetti che sta avendo tantissimo successo ma io, personalmente, la ritengo una cosa inutile.

Premetto che acquisto spesso su Amazon e che, il più delle volte, ci sono delle offerte molto allettanti e vantaggiose ma(anche al supermercato)... la Dash Botton secondo me è un qualcosa di davvero superfluo!
Posso capire la praticità di acquistare tutto online ma avere tutte queste "chiavette" in casa, a me...darebbero fastidio(anche se posizionate vicino ai prodotti)!

Amazon Dash Botton, Ã¨ un dispositivo che permette di acquistare con un solo "click" i prodotti utilizzati frequentemente in casa, ogni Dash Botton è collegato a un solo brand ed è associato a un prodotto a scelta selezionato durante il processo di configurazione. 

La Dash Botton è facile da utilizzare e costa 4,99(Cad.) però, per il primo acquisto effettuato(utilizzando la prima) c’è uno sconto di 4,99 euro, quindi in poche parole , il primo Amazon Dash Button è gratuito, lo possono richiedere però solo i clienti che sono iscritti al programma Amazon Prime !


Per configurare il tutto, è necessario essere connessi a internet  in modalità WI-FI, scaricare l'App di Amazon sullo smartphone e successivamente seguire la procedura di configurazione dell'Amazon Dash Botton.

Ogni volta che il prodotto starà per terminare in casa, sarà sufficiente  preme il pulsante e, subito dopo l'ordine sarà in partenza!
Tramite la lucina led posizionata sul dispositivo, si potrà vedere lo stato di avanzamento dell'ordine e cioè: se l’indicatore diventa verde, l’ordine è avvenuto correttamente, diventa rosso invece, se l’ordine non è stato effettuato.

I Dash Botton disponibili sono : Dash, Barilla, Mulino Bianco, Durex, Gillette, Finish , Scottex, Caffè Vergnano, Lines, Kleenex, Brabantia, Scottonelle, Nerf, Fairy, L'Angelica, Pellini Top, Ace, GBC, Nobo, Huggies, Biorepair, Tampax, Lines Specialist, Scholl,
Derwent, Rexel, Pampers, Play-Doh .
Voi invece?Cosa ne pensate?



Immagini prese dal web

giovedì 17 novembre 2016


Viaggiamo in sicurezza(bambini compresi)!
L'essere genitori non è un compito facile, anzi, ci si chiede sempre se si sta facendo la cosa giusta o sbagliata per i nostri figli, si cerca sempre di proteggerli da tutte le circostanze che possono arrecare loro danno e di agire nel miglior modo possibile cercando sempre di migliorare.


Da quando è nata la mia bimba, ho sempre prestato la massima attenzione a tutto quel che faccio(o almeno ci provo), lavarla accuratamente, proteggerla dalle intemperie, coprire spigoli e alzarmi di notte per coprirla accuratamente ogni volta che si scopre, e, cosa più importante, fin dalla sua prima uscita in auto, l'ho sempre posizionata sul suo seggiolino auto durante gli spostamenti  brevi e non.


Il 15 Ottobre per me, è stata una data memorabile, ho partecipato alla diretta streaming del 1° convegno sulla sicurezza stradale in auto dei bambini "Vai sul sicuro" organizzato da Cercaseggiolini dove hanno anche partecipato diversi brand leader nel settore. 


L'evento Vai sul sicuro , é nato con uno scopo ben preciso :informare, consigliare e sensibilizzare i genitori che trasportano i bambini in auto.

Grazie all'intervento di alcune aziende di seggiolini auto e articoli per bambini, quali: Bébé Confort , Chicco, Jané , Besafe, Peg Pérego si è parlato di sicurezza stradale, statistiche, consigli, novità e tanto altro ancora(per poter visualizzare il programma completo clicca Qui). 

Oltre ad alcune nozioni di base che conoscevo già, ho imparato tantissime cose, per esempio, non sapevo che prima di ancorare i bambini nel seggiolino bisogna togliere la giacca a vento, oppure di far viaggiare i bambini nel seggiolino posizionato nel senso contrario a quello di marcia almeno fino ai 15 mesi ( secondo la nuova normativa R129 "i-size") e quindi  il più a lungo possibile, mentre, purtroppo, conosco e ho visto personalmente tanta gente che addirittura viaggia con bambini che "passeggiano"in auto, oppure che siedono comodamente tra le braccia del papà alla guida o della mamma lato passeggero!Una cosa orribile!

Tantissimi purtroppo sono i genitori che non utilizzano il seggiolino auto, oppure, lo utilizzano ma in modo errato e, in Italia, sfortunatamente sono oltre il 60%!

Le statistiche sono raccapriccianti e le motivazioni del non utilizzo ci fanno capire che in giro c'è ancora tanta disinformazione, infatti il 


  • 75% non lo utilizza nei tragitti brevi perchè pensano che il rischio di incidenti mortali sia basso;
  • 28% sostiene che al bambino non piace sentirsi legato, piange, strilla e vuole giocare;
  • 25% pensa che andando piano in macchina  il rischio sia basso;
  • 14% affida il bambino tra le braccia di un altro passeggero.
Durante i tragitti in auto, ogni anno circa 400 bambini rimangono vittime di incidenti in auto, 1 su 2 non è allacciato correttamente e 1 su 14 non è neppure allacciato, senza dispositivo di trattenuta o seggiolino inoltre, il bambino corre il rischio tre volte superiore di ferirsi gravemente o di morire in seguito a incidente.

Orribili numeri che dovrebbero far pensare...



La nuova normativa

Il primo passo  verso la sicurezza, è quello appunto di acquistare il seggiolino auto, il successivo 
invece, sarà  quello di scegliere il seggiolino  seguendo o la nuova normativa ECE R129 (i-size) o la vecchia ECE R44 /04. Entrambe sono normative europee ed entrambe sono in vigore.

La nuova normativa ECE R129 è suddivisa in 3 fasi(attualmente è in vigore la prima fase che riguardano i seggiolini auto dalla nascita fino a 105 cm di altezza del bambino) e stabilisce che: 



  • il seggiolino auto, deve essere installato nel senso contrario a quello di marcia almeno fino ai 15 mesi, crash test infatti, hanno dimostrato che, in questa posizione, si riducono notevolmente le sollecitazioni sul collo e diventando 5 volte più sicuri!;
  • esige l'uso del sistema ISOFIX che riduce il rischio di scorretta installazione. Grazie agli agganci Isofix, inoltre, il seggiolino rimane saldamente ancorato sul sedile della vettura quindi... mai più seggiolini che si muovono ad ogni curva(se agganciati male)!;
  • i seggiolini sono classificati in base all'altezza e non  in base al peso;
La normativa ECE R44/04, invece, cataloga i seggiolini auto in base ai Gruppi di peso.
In fase di acquisto del seggiolino auto quindi, il genitore ha facoltà di scegliere se acquistare un seggiolino auto omologato secondo una o l'altra normativa.


Sicurezza in auto con bambini da 0 mesi ai 150 cm


I piccoli passeggeri, devono essere trasportati obbligatoriamente  in senso contrario di marcia fino ai 9kg(sui seggiolini omologati ECE R44/04)e fino ai 15 mesi(su i seggiolini omologati i-size, quindi con la R129)preferibilmente sul sedile posteriore, ma se per comodità del genitore si vuole posizionare l'ovetto sul sedile anteriore, bisogna ricordarsi(come prima cosa) di disattivare  SEMPRE l'airbag frontale.

Quali sono gli orrori   errori da evitare?:
  • Bisogna ricordarsi di non lasciare per più di 1-2 ore un neonato nell'ovetto e di agganciare bene le cinture(devono essere ben tese e non afflosciate);
  • non utilizzare seggiolini riciclati o acquistati di seconda mano(se non si conosce la provenienza);
  • attenersi al libretto d'istruzioni per il fissaggio;
  • togliere la giacca prima di agganciare il bambino nel seggiolino;
  • le cinture di sicurezza dell'auto che "legano" il seggiolino al sedile devono essere ben tirate, il seggiolino infatti non deve muoversi minimamente;
  • Bambini: non bisogna cedere ai loro pianti! Eh già, dura vero? Non importa! meglio un pianto nelle orecchie di mezz'ora o più che un pianto nostro lungo una vita!;
  • Assolutamente vietato tenere bambini in braccio o lasciati liberi di scorrazzare tra i sedili, parola d'ordine:intrattenere.
Dopo aver utilizzato l'ovetto(Gruppo 0+ secondo la ECE R44/O4), il cambio gruppo deve essere effettuato SOLO quando la testa del bambino sporge fuori dal seggiolino, in realtà, cambiarlo prima non lo proteggerebbe da eventuali urti perchè non idoneo con il suo peso e per la sua età.


Il gruppo successivo, è adatto ai bambini fino ai 4 anni d'età, bisogna ancorarlo  saldamente al sedile con le apposite cinture(oppure aggancio Isofix)seguendo la direzione di marcia e agganciando la cintura a cinque punti. 
Nota fondamentale: non bisogna avere fretta di passare al gruppo successivo, tempo al tempo.
Ricordiamo che secondo l'Art 172 del Codice della Strada, è obbligatorio utilizzare un sistema di ritenuta per bambino fino ai 150 cm di altezza(12 anni circa).

Avere un buon seggiolino, aiuta a migliorare la sicurezza dei nostri figli in auto, quindi "investiamo in sicurezza", non spendiamo cifre esorbitanti per un trio che poi, diciamocela tutta lo accantoniamo dopo un tot di mesi per comprare un secondo passeggino  più leggero ma, spendiamoli per il seggiolino auto per proteggerlo nel miglior modo possibile! 

Sinceramente, se devo dirla tutta, sono rimasta molto colpita dal prototipo del nuovo seggiolino del brand Bébé Confort, che (probabilmente vedremo in primavera), l'azienda ha ideato il primo seggiolino dotato di airbag per i seggiolini che viaggiano in senso di marcia! in caso di incidente stradale si gonfierà e ridurrà il rischio di lesioni al collo.

Altra novità non meno importante e all'avanguardia è: Remmy, un piccolo dispositivo che si posiziona sotto il seggiolino e, con un segnale acustico avvisa se durante la marcia il bambino si alza dal seggiolino, ma, cosa ancora più importante, segnala la sua presenza quando l'auto viene spenta ricordandoci la sua presenza, quindi... mai più bambini"dimenticati" in auto.

Purtroppo Ã¨ stato dimostrato che  il nostro cervello a volte gioca bruttissimi scherzi, è imprevedibile ed è una cosa che potrebbe capitare a tutti quindi Remmy potrebbe essere la nostra ancora di salvezza o un modo per vivere un po' più spensierati(ovvio anche se Remmy è installato guardiamo sempre nel seggiolino prima di scendere dall'auto).

 I nostri figli  si fidano ciecamente di noi, sanno che li proteggiamo sempre e così deve essere anche in auto, quindi...cinture legate con o senza pianti anche per tragitti brevi!.

Spero che questo video aiuti a far riflettere tutti i genitori che vedono il seggiolino come un  oggetto superfluo e di poca importanza.  



In collaborazione con Cercaseggiolini

mercoledì 9 novembre 2016

Un maialino tutto da svitare e...avvitare!

Avvitare, svitare, avvitare, svitare, è uno dei giochi preferiti dei bambini.

Quando Clara stava cominciando a sviluppare  la capacità logico manuale , siamo entrate in un negozio di giochini innovativi in legno e abbiamo scelto tra i tanti che ci erano stati proposti, un piccolo maialino in legno con il corpo completamente svitabile. 


Un maialino rosa, con le orecchie in feltro, ci ha conquistate subito grazie alla sua simpatica faccina e con le sue orecchie morbide e flessibili, senza esitazioni, lo abbiamo comprato e siamo tornate a casa sorridenti e con una gran voglia di sperimentare e conoscere questo nuovo amico.

Dopo aver mostrato a Clara il maialino, lo ha prima manipolato per un quarto d'ora manco fosse un oggetto misterioso, successivamente, lo girava e lo voltava nelle sue mani con una tale destrezza da lasciarmi sbalordita, sembrava stesse giocando con un cubo di Rubik monocromatico.

Una volta imparato il meccanismo, Clara si è divertita un mondo ad avvitare un pezzo per volta, smontando e ricostruendo così il maialino.

Oltre al maialino, ci sono altri tre simpatici soggetti che si possono acquistare in tutti i negozi che vendono giocattoli Sevi , ci sono, un simpaticissimo coccodrillo, una dolcissima balena e un tenerissimo leone.

Il divertimento è assicurato sia con uno che con più animaletti, infatti, i pezzi si possono mescolare e dar vita ad animali bizzarri e sempre nuovi, inoltre, permettono alla fantasia di galoppare a più non posso! 

Tutti gli animali disponibili sono in legno e piccole parti in feltro, tutte le vernici utilizzate sono atossiche e resistenti(Clara li ha anche mordicchiati con i denti e non è venuto via nulla!)quindi noi genitori possiamo stare tranquilli!
Giocattolo consigliato dai 2+.


lunedì 7 novembre 2016

Vi ringrazio con un GiveAway!


Oggi, voglio dedicare un post speciale tutto per voi, genitori, nonni, zii e amici che seguite il mio blog e i miei profili social(Facebook ; Twitter ; InstagramTumblr).

Come ringraziamento, per aver raggiunto  dei fantastici traguardi(anche grazie a voi), vorrei pubblicare il mio primo GiveAway !
Grazie alla splendida collaborazione di Kidits, tra i followers di WonderWoWMam, sarà estratto un fortunato vincitore che si aggiudicherà un #COUPON del valore di €40,00 da spendere sul sito Kidits !
Gli articoli in vendita sono tanti e potrete scegliere nelle seguenti categorie :Bebè, Bambini; Maternità! Un giochino, cuscino per l'allattamento, costruzioni, giochi di società, cuscini da viaggio, bambole e tanto altro ancora!
L’unica cosa che vi chiedo, è quella di seguire scrupolosamente il regolamento  punto per punto:
1) Like alla pagina Facebook Kidits Italia  ;
2) Like al blog WonderWoWMam/;
3) Like a questo post del GiveAway su Facebook;
4) Condividi pubblicamente il post e tagga 2 amici;
5) Per poter scegliere il premio devi cliccare il seguente link: Kidits, in seguito, lascia nel commento, il link del prodotto che ti piacerebbe acquistare con il coupon, ti verrà così assegnato un numero(servirà in seguito per l'estrazione random). Se il numero estratto sarà il tuo, ti aggiudicherai il premio, non è fantastico?
N.B. Le spese di spedizione sono a carico del vincitore.
Il GiveAway comincerà giorno: 08/11/2016 e terminerà il 16/11/2016 alle ore 21:00
L’estrazione avverrà tramite random.org.
Vi ricordo che Facebook non è promotore né associato in alcun modo alla manifestazione!
Buona fortuna, cominciate a taggare e non dimenticatevi di seguire le altre regole!

mercoledì 2 novembre 2016

Contatto?Si grazie!


Fin dalla nascita, il neonato è in grado di succhiare il latte dal seno materno, a richiedere aiuto alla mamma per soddisfare il bisogno e a protestare quando non viene richiesto.

Senza portarla per le lunghe, il neonato ha bisogno di essere nutrito, cambiato, di dormire in un posto sicuro e di contatto, noi genitori, possiamo riuscire a decifrare i suoi bisogni semplicemente osservando il suo comportamento.

Adesso scriverò magari cose banali ma è così, se il bambino dorme indisturbato, significa che non ha bisogno di nulla, se smette per esempio di piangere quando viene attaccato al seno, vuol significare che ha bisogno della mamma per nutrirsi oppure per addormentarsi nel posto più sicuro che conosce:il grembo materno.
Il bisogno di contatto, serve ai neonati per la sopravvivenza e per il corretto sviluppo psicofisico, ascoltare la voce dei genitori e il contatto con il corpo, non fanno altro che stimolare il rilascio di ormoni che sono in grado di rilassare e  dare piacere consentendo così al piccolo di addormentarsi  e calmarsi facilmente.

Proprio per il bisogno di contatto, almeno per il primo anno di vita è consigliabile posizionare la culla del neonato nella stanza da letto dei genitori, in questo modo, si potrà rasserenare o toccare il bambino ogni volta che ne avrà bisogno.
Diversi studi inoltre hanno dimostrato che, se i bisogni vengono soddisfatti in maniera pronta e appropriata, il bambino acquisirà sicurezza in sé stesso e autonomia in tutto perfino nell'addormentarsi.
 Oltre a tutto ciò, c'è da dire che, nel primo mese di vita il bambino ha solo bisogni e non vizi quindi, non temete di esagerare nel tenerlo vicino(in braccio o di coccolarlo spesso), grazie al contatto, imparerà ad essere socievole, affettuoso e riconoscere i bisogni altrui.

lunedì 31 ottobre 2016

Happy Halloween !


Se il campanello fa don din 
nella notte di Halloween,
stai attento e non aprire
se non hai nulla da offrire.
Ché se manchi di dolcetti 
sei a rischio di scherzetti.
Se hai dolci e caramelle 
e poi chicche con ciambelle,
puoi aprir senza paura 
col sorriso addirittura !
Donerai i tuoi dolcetti 
evitando gli scherzetti!





Filastrocca web