giovedì 30 aprile 2015

Esperienza da rifare

Sono passati già due anni e mezzo ,da quando per gioco e per curiosità ,ci siamo recati a Bari per vedere la così tanto decantata fiera per bambini!Già parlo proprio di Bimbinfiera!Quando ho proposto a mio marito di accompagnarmi in fiera,sgranando gli occhi mi chiese tutto emozionato:Ma aspettiamo un bambino??Inutile dirvi la delusione nei suoi occhi quando gli dissi:mmmh no,è solo per curiosità e per vedere le novità nel settore che a me interessa tantissimo!Clara in quel periodo non era neanche nei miei pensieri,o meglio...a volte ci pensavo altre no!Senza aggiungere altro mi accontentò,così partimmo per questa splendida avventura(peccato di un solo giorno)in compagnia di mia sorella e tutta la sua famiglia a seguito,compresa la piccola Carolina nel pancione!Quando siamo entrati i miei occhi si sono spalancati a quello che è il MIO MONDO!In qualsiasi direzione guardavo c'erano passeggini,carrozzine,trio,sedioloni,biberon,pannolini lavabili e non,l'angolo ristoro,la corsa con i passeggini,riviste aaaaaaaah oh mamma e ora da dove cominciamo???Cominciamo a mettere il primo passo eh...signora venga a trovarci ,per voi uno splendido omaggio!Come??Ho capito bene??omaggio??Ci avviciniamo allo stand e ....cofanetto in omaggio con integratori,e fermenti lattici in omaggio!!Da quel cofanetto non ci ha fermati più nessuno,a ruota libera davanti agli stand per ricevere alcuni omaggi che non sapendo avrei testato davvero con la mia piccola Clara,esattamente tre mesi dopo!Per me è stata un'esperienza indimenticabile e che consiglio a tutte voi mamma e non !Almeno una volta andrebbe vista,peccato che quest'anno Bari non c'è tra le tappe di Bimbinfiera :( .Ecco a voi però le date e le città dove potete visitarla: 
  • Roma,11-12 Aprile 2015 (Terminata)
  • Bolzano,16-17 Maggio 2015
  • Milano ,10-11 Ottobre 2015
  • Napoli 14-15 Novembre 2015
Inoltre troverete l'area Nursery attrezzata da Pampers,la sala allattamento con divani e scalda biberon;l'area massaggio infantile Mister Baby,Il Baby ristoro attrezzato da Hipp biologico!Inoltre vorrei ricordarvi che l'ingresso è gratuito per bambini che hanno compiuto i 10 anni ,mentre per gli adulti il biglietto è intero,ma si può fruire dei buoni sconto pubblicati sulle riviste "Io e il mio bambino" "Insieme" "Donna & mamma" "Dolce attesa" oppure scaricarlo dal sito www.quimamme.it   oppure dal mio blog su Facebook:  https://www.facebook.com/pages/Mamma-Moglie-Donna/611960148941418

Succhietto Nuk


Integratori e fermenti lattici

Riviste

Ok Baby

Mister Baby

Nuby

Salviettine da Fria e insieme L'attiva calore più foglietti per lavatrice!

da FAS azienda pugliese,assorbente e pannolino  


Chicco con il suo gattino galleggiante e un catalogo interessante

martedì 28 aprile 2015

Gocce di memoria

Il mondo degli articoli per bambini è vasto,ci sono tante cosine davvero carine,simpatiche,utili,inutili,ingombranti e io mi perdo volentieri ogni volta lasciandomi cullare da tutte queste cosine in miniatura!Adoro questo mondo ,mi piace ricordare tutto ciò che ha fatto parte della mia vita,e non vi nascondo che ogni tanto vado a cercare con un pizzico (enorme)di nostalgia  su internet tutti i prodotti che esistevano nei miei magici anni 80!Quanti di voi ricordano il dolce forno?Oppure le bimbe che impazzivano per la tenerissima Famiglia cuore?? (io ero una di quelle)


 
Sfoglio maniacalmente riviste alla ricerca di qualche piccolo tesoro nascosto,pubblicità su passeggini che all'età di sette anni mi divertivo a ritagliare da famosi cataloghi o giornali tipo Rakam(sempre sotto stretto permesso di mia madre!)Adesso mi rendo conto che il tempo vola davvero e, noto anche dei cambiamenti in questo mondo per bambini ,che prima sembrava molto "Diverso".I materiali,i colori,le funzioni sono cambiati,diciamo che i migliori Brand hanno fatto dei passi da gigante in questo campo,modernizzando il tutto !Il campo passeggini ha fatto un salto di qualità enorme!Maniglioni e maniglie regolabili in altezza,parapioggia,ruote ammortizzate e piroettanti,ingombro e peso ridotti ai minimi livelli,tutto ciò per consentire anche ai genitori più frettolosi tutto il comfort possibile e immaginabile,senza trascurare l'aspetto più importante:Il benessere del bambino!!!Diciamo anche che l'occhio vuole la sua parte,e anche in questo aspetto le grandi ditte si son date da fare ,sfoggiando trio e ultraleggeri niente male e all'avanguardia!!!Ammettiamolo...meglio ora....anche se...non mi dispiacerebbe ...

domenica 26 aprile 2015

Amiche rimanete sintonizzateeee,tra pochi giorni recensirò il passeggino :Urbo del Brand Mamas&Papas!!! Stay Tuneddddd!!


venerdì 24 aprile 2015

La Crosta Lattea 



La crosta lattea chiamata anche Dermatite Seborroica Ã¨ un disturbo molto comune nei neonati e si manifesta con piccole squame e crosticine giallognole,del tutto simili alla forfora,sul cuoio capelluto del bambino che possono estendersi alla fronte,alle sopracciglia,al naso,alle orecchie,fino ad arrivare al collo e alle zone genitali.La causa della crosta lattea è la produzione eccessiva di sebo da parte delle ghiandole sebacee,probabilmente legata a particolari ormoni trasmessi dalla madre o,secondo alcune ipotesi alla presenza di un fungo.In ogni caso la crosta lattea è ritenuta un disturbo lieve che non provoca particolari fastidi al bambino e che tende a regredire spontaneamente in poco tempo.Nonostante ciò,è possibile facilitare la guarigione e la scomparsa delle crosticine con metodi poco invasivi che restituiscono al  bambino una pelle morbida.Si possono utilizzare sul cuoio capelluto olii vegetali(d'oliva,borragine,mandorle dolci,di risocalendula)oppure dei prodotti emollienti per ammorbidire le crosticine,in modo da favorirne il distacco,all'olio si può aggiungere un pò di infuso tiepido di camomilla.è importante NON staccare le crosticine con le unghie!Il lavaggio dei capelli deve essere effettuato ogni  due giorni con prodotti emollienti che fluidificano il sebo e favoriscono il distacco delle piccole croste spontaneamente oppure con gli olii anche tutti i giorni. Bisogna  massaggiare l'area colpita con un batuffolo di ovatta imbevuto nell'olio,risciacquando abbondantemente con acqua tiepida.In commercio si trovano anche dei pettinini con i denti arrotondati per facilitare la rimozione delle croste senza graffiare la cute del bambino.



Parliamo di :Dosatore latte da viaggio

Inutile dire che per me questo prodotto è stata una grandissima scoperta e se proprio devo dirla tutta non conoscevo neanche l'esistenza!Da quando è nata Clara il mio latte non era sufficiente per  coprire i suoi fabbisogni giornalieri, quindi fin dall'inizio il pediatra mi ha consigliato di integrare il latte artificiale al mio vedendo notevoli miglioramenti nella crescita della bambina.Quando una mamma si sposta da qualche  parte diciamo che ....TRASLOCA  e quindi oltre al bagaglio a mano ,passeggino o carrozzina,bavaglini,biberon,alzatine da tavolo ,pannolini(non basta un tir!)non può mancare il barattolo  del latte in polvere(enorme,ingombrante,ma serve!)Diciamo che Bébé Confort non si è fatta mancare una piccola ma grande idea geniale:
Il Dosatore latte da viaggio!Benedico ancora il giorno in cui ho ricevuto da un nostro cugino questo regalo per la nascita della nostra stellina,mi ha semplificato tanto la vita senza portarmi dietro lo scatolone del latte e non solo,infatti è pratico anche per poter contenere anche puree e composte di vario genere!Vorrei spezzare una lancia enorme a favore della Bébé Confort e cioè il NON  utilizzo di sostanze nocive per i loro prodotti come il Bisfenolo A e gli Ftalati .Prima che mi chiediate voi di cosa si tratta  ve lo spiego io ,perchè prima dell'acquisto bisogna essere ben  informati sui materiali che vengono usati per i nostri bambini!
-Gli Ftalati Sono sostanze chimiche usate per rendere il PVC  più flessibile .Alcuni di loro sono stati classificati come cancerogeni ,mutagenici,reprotosici(C.M.R)e non vengono già usati più per la produzione di giocattoli e articoli per l'infanzia già dal lontano 2007 (Direttiva No.2005/84 /EC e disposizione EC No.552/2009)
-Il Bisfenolo A (BPA) Ã¨ un composto chimico che si trova nei policarbonati,è stato utilizzato per tanti anni per la produzione di biberon ,bottiglie di plastica e interno di lattine per via della sua trasparenza e resistenza al calore.Studi recenti però hanno dimostrato che il BPA è un disgregatore endocrino  e può causare disordini ormonali e genetici!Per questo la Bèbè Confort dal 2010 ha bloccato la vendita,l'importazione e l'esportazione di biberon che contengono il BPA(Direttiva no.2011/8/EU).Tornando al dosatore è composto da tre scomparti separati colorati, impilabili o da portare singolarmente  (tutti con il proprio coperchio in dotazione per evitare che le dosi si mischino tra di loro )un beccuccio con il tappo (per centrare bene il biberon e non sprecare neanche un granello di latte).Mia figlia ora beve il latte tre volte al giorno e mi trovo benissimo con il numero dei contenitori,se i vostri bimbi hanno bisogno di più dosi di latte vi consiglio di acquistarne due,di sicuro sono più leggeri e meno ingombranti del contenitore del latte.Lo consiglio perchè è davvero un prodotto che sinceramente non avrei mai preso in considerazione e invece...mi son dovuta ricredere,piccolo,pratico e smontando i contenitori singolarmente possono anche occupare gli spazi vuoti della borsa ,insomma entrano dappertutto!   
Beccuccio e contenitore pronti per l'uso!

Contenitori separati singolarmente
 Sosteniamo la ricerca!!!

Buongiorno a tutte/i stamattina vorrei parlarvi di una delle tante splendide iniziative di #‎Telethon‬ !Infatti In circa 300 piazze in tutta Italia il 25 e 26 aprile è possibile richiedere i nuovi cuori di biscotto, realizzati da Grondona per Telethon, sono inseriti in un'elegante confezione in latta di color argento da 300 grammi personalizzata con una lavorazione a rilievo che recita: "Io sostengo la ricerca con tutto il cuore". Un'idea regalo buona e irresistibile, che offre sempre più risorse alla ricerca Telethon contro le malattie genetiche,potremo così continuare a donare una speranza concreta alle persone che lottano contro una malattia genetica .I biscotti solidali, disponibili anche online e nelle agenzie Bnl-Gruppo Bnp Paribas .Ecco qui sotto tramite link le piazze dove potete acquistare i biscottini :https://www.telethon.it/dona/piazze-di-primavera 

martedì 21 aprile 2015

Viaggiare con i bimbi?Si  grazie ma...senza noia! 




Arriva per i genitori il momento più atteso dell'anno(per non dire del secolo),la fatidica vacanza,e già ci sale la pressione  sanguigna a pensare su  come riuscire a trattenere i nostri cuccioli più a lungo possibile senza pianti,lamenti,grida e crisi isteriche durante il viaggio!Per fortuna la mia piccola Clara per ora non ha mai dato problemi,anzi non lo voglio neanche dire ma...l'anno scorso dalla Puglia fino alla splendida Campania,mia figlia ha dormito come un ghiro,compreso durante le soste in Autogrill!!Bene ora mi direte:Cosa vuoi allora?Di che ti lamenti?Dalla mia bimba non voglio nulla,se non che continui sempre così,ma sono qui per svelarvi alcuni trucchetti antinoia per i piccoli viaggiatori!Innanzitutto il divertimento della vacanza comincia da casa,eh già bisogna coinvolgerli fin da subito rendendoli partecipi nei preparativi e presentandogli la vacanza come una super avventura entusiasmante!Si può preparare con il bimbo uno " zainetto dei tesori da viaggio" che contenga:Libricini e giochi tascabili(ovvio da selezionare tra i suoi preferiti),una coperta,un peluche o una bambola ,insomma un pupazzetto che gli trasmetta sicurezza e tranquillità e in più una piccola sorpresa che di sicuro come ogni gioco nuovo sa fare,manterrà lontana la noia! 
Bimbi in auto

Una volta in viaggio,in Auto su con la musica!Ma ovvio...con i suoi cd preferiti !Canzoncine da poter cantare insieme a squarciagola fermando di tanto in tanto il cd per vedere chi si ricorda meglio il resto della canzone.Da non sottovalutare i cd di fiabe(ovvio non è adatto se l'autista è un papà o una mamma dormiglione/a :D)Le fiabe come ben sapete hanno un effetto rilassante e hanno sempre il loro fascino a qualsiasi età!Se invece si parla di vacanza con più bimbi sotto lo stesso abitacolo si potrà giocare a chi vede più auto,camion  o motori di uno stesso colore,per i più grandicelli via libera con gli indovinelli!!!  
Bimbi in treno
 In Treno invece si possono leggere libricini,colorare,disegnare su fogli,su lavagnette magnetiche o con gli album e gli stickers da applicare!

In Aereo si può osservare la forma delle nuvole confrontandole con oggetti o animali a lui conosciuti,oppure puzzle,matite colorate,carte da gioco,pupazzetti e marionette da dita.
Bimbi in crociera
Se invece si viaggia sulla Nave si può giocare agli esploratori,esplorando la nave e durante le operazioni di imbarco e sbarco,coinvolgere il piccolo spiegandogli per filo e per segno ciò che accade ,poi ovvio ci sono sempre i mini club,quindi ...non ci si annoia mai!Se i genitori incoraggeranno il piccolo a osservare ciò che lo circonda,state ben certi che non si annoierà mai,perchè come ben si sa i bimbi sono curiosoni(come noi donne!)Quindi la vacanza deve essere considerata come l'occasione per fare tante ,nuove scoperte!Spero di esservi stata utile almeno un pò ,e come si dice...Buona vacanza!!!!

lunedì 20 aprile 2015


Oggi recensisco:La carrozzina Pop Prime di Peppa Pig (Smoby)!

Scusate la mia assenza ,ma ho avuto un lutto in famiglia e quindi per un pò di tempo non mi sono affacciata qui sul Blog.Oggi vorrei parlarvi di un gioco che fa sentire anche la mia Clara una piccola MAMMA a tutti gli effetti!Oggi vi parlerò di un prodotto Smoby ,in primo piano oggi abbiamo :La carrozzina Pop Prime di Peppa Pig!Come già sapete Peppa Pig è diventata la beniamina della maggior parte dei bambini,mia figlia adora Peppa nonostante le faccio seguire solo una volta al giorno i suoi episodi!Da quando ha ricevuto dalla zia(mia sorella)questa carrozzina ,sono diventate amiche inseparabili!Premetto che è stata ordinata da internet e quindi è arrivata tutta smontata(non abbiamo avuto il privilegio di riceverla già montata -____- )così mi sono rimboccata le maniche e ho cominciato a staccare i pezzi uno ad uno,non è stata una passeggiata per me,avrei trovato più facile montare una carrozzina reale e non un giocattolo!Ho impiegato parecchio tempo per montarla nonostante abbia una notevole dimestichezza con tutto ciò che è da montare e smontare,quindi vi consiglio di NON farvi vedere dalle vostre bimbe mentre la montate per  evitare crisi isteriche!Ci vuole calma,taaaanta calma!Secondo me la carrozzina è un pò troppo bassa(è consigliata dal produttore dai 4 anni in su)mia figlia è minuta ,ha 19 mesi e non ha problemi nel portarla ma una bimba di 3-4 anni secondo me la guiderebbe curvandosi in avanti.I materiali non sono granchè ,e parlo sia per la capannina /copertina che per la struttura in plastica rigida.All'interno  hanno inserito un pezzettino di stoffa  sottile uguale alla capannina che dovrebbe fungere da materassino.La copertina si aggancia alla carrozzina con due quadratini in velcro quindi per una bimba è facile da aprire e chiudere,le ruote anteriori sono piroettanti e devo ammettere che mia figlia lo ha usato anche come primi passi(ha cominciato a camminare a 15 mesi a causa di uno spavento,altrimenti a 11 mesi avrebbe già fatto tanta strada!)e le ruote piroettanti sono state di grande aiuto perchè le permettevano di muoversi agilmente da una camera all'altra,mentre  le ruote posteriori sono più grosse e fisse dando una maggiore stabilità.La navicella è leggermente basculante , le componenti lavabili a mano(consiglio di lavarle a mano perchè sulla copertina c'è la stampa di Peppa Pig e sicuramente in lavatrice andrebbe via,meglio non rischiare!!)oltre alla struttura in plastica sono il materassino e la copertina,la capannina non si sgancia dalle asticelle quindi dovreste lavarla a secco.Come carrozzina è carinissima , stimola tanto la creatività delle bimbe e anche la loro voglia di imitare la propria mamma,però secondo me a quel prezzo si trova di meglio,poi se alla propria bimba piace...ben venga! 
Chiusura con velcro
Materassino


Ruote piroettanti



 
Copertina




Maniglione

Ruote piroettanti



Carrozzina Pop Prime di Peppa Pig






mercoledì 8 aprile 2015

Infezioni in gravidanza


 Stasera parlando con le mie amiche e tornando indietro nel tempo,e parlando del più e del meno ci siamo soffermate a parlare sulle infezioni che una donna in gravidanza può contrarre semplicemente non rispettando alcuni accorgimenti a tavola  che possono sembrare banali ma...non lo sono!Io per esempio ero immune alla Toxoplasmosi ,ricordo ancora quando me lo comunicò la mia ginecologa,mi veniva da piangere !più che altro perchè pensavo a tutti quei panini al prosciutto crudo o insalate da disinfettare prima del consumo -____- ma poi devo dire che mi sono abituata in fretta all'idea,oltre alla toxoplasmosi però ci sono anche altre infezioni da non sottovalutare come la Listeriosi e la Salmonellosi scopriamole insieme e vediamo quali sono le raccomandazioni contenute nelle linee guida.Partiamo proprio da lei..Tadààà ecco a voi la candidata numero uno la:

TOXOPLASMOSI:

La Toxoplasmosi è una zoonosi causata dal Toxoplasma gondii,un microrganismo che conclude il suo ciclo vitale solo all'interno delle cellule Nell’infezione da Toxoplasma gondii si possono  distinguere due fasi successive: la prima (toxoplasmosi primaria) è caratterizzata da un periodo di settimane o addirittura  mesi in cui il parassita si può ritrovare nel sangue e nei linfonodi in forma direttamente infettante. È la fase sintomatica della toxoplasmosi, che si accompagna a ingrossamento delle linfoghiandole, stanchezza, mal di testa, mal di gola, senso di "ossa rotte", a volte febbre e ingrossamento di fegato e milza.Per sapere se si è immuni o no alla Toxoplasmosi bisogna effettuare un semplice prelievo endovenoso chiamato Toxo-test!L’infezione induce nel corpo la produzione di immunoglobuline specifiche: nella prima fase della malattia (quella pericolosa per il bambino) vengono prodotte IgM, successivamente (in una fase meno rischiosa) gli anticorpi prodotti sono di classe IgG. Il Toxo-test permette quindi di verificare l’assenza o la presenza di anticorpi, e, in questo secondo caso, di evidenziare se si è ancora in una fase a rischio o se invece la donna è da considerarsi protetta. Se la condizione della donna non è nota prima della gravidanza, allora il Toxo-test deve essere prontamente eseguito durante la gravidanza, con la prima serie di esami del sangue entro le prime otto settimane di gestazione. Se la donna è protetta (ha gli IgG) il test non deve più essere ripetuto. Nel caso in cui invece la gestante sia "suscettibile", e quindi non abbia gli IgG né gli IgM, deve eseguire almeno altri due controlli nel corso della gravidanza, a 20 e 36 settimane, per escludere la possibilità di essersi infettata e che quindi il bambino rischi di contrarre una toxoplasmosi congenita.
Nel caso in cui il test dia come risultato la presenza di anticorpi IgM, l’infezione in gravidanza è comunque solo sospetta. Si procede quindi con test sierologici più sofisticati presso centri di riferimento di riconosciuta esperienza sia per accertare la diagnosi sia, eventualmente, per disegnare una terapia. Se l’infezione è confermata, il nascituro, anche se apparentemente sano, dovrà essere seguito per almeno tutto il primo anno di vita da un centro specializzato per poter escludere eventuali danni cerebrali e visivi che insorgano nei mesi successivi.Il soggetto che contrae una toxoplasmosi resta protetto per tutto l’arco della vita da recidive, perché risponde all’infezione con produzione di anticorpi e linfociti specifici.La toxoplasmosi è rischiosa se viene contratta in gravidanza: l'infezione può infatti passare al bambino attraverso la placenta, provocando in alcune circostanze malformazioni o addirittura l'aborto o la morte in utero,quindi vediamo ora quali sono le raccomandazioni a tavola!
  • Lo facciamo già ma in questo caso bisogna farlo meglio e cioè lavare BENE frutta e verdura anche quelle imbustate prima della manipolazione e del consumo;
  • Lavare le mani prima,durante e dopo la preparazione degli alimenti;
  • Cuocere bene la carne e anche le pietanze surgelate già pronte;
  • Evitare le carni crude conservate,come prosciutto e insaccati;
  • Evitare il contatto con le mucose dopo aver manipolato carne cruda:
  • Evitare il contatto con terriccio contaminato da feci di gatto(oppure indossare i guanti e subito dopo disinfettare le mani):
  • Evitare il contatto con le feci dei gatti quindi quando si cambia la lettiera usare i guanti e poi come scritto sopra disinfettare bene le mani!!! 

LISTERIOSI:

La Listeriosi Ã¨ un’infezione grave causata di solito dall’ingestione di alimenti contaminati dal batterio Listeria monocytogenes Ã¨ un batterio diffuso nel suolo e nell’acqua: gli animali possono essere portatori del batterio senza ammalarsi e possono contaminare gli alimenti di origine animale, come le carni e i prodotti caseari.Il contagio avviene consumando carne, pollame, pesce e prodotti caseari freschi contaminati dal batterio . Si può contrarre la listeriosi anche consumando alimenti contaminati conservati o confezionati in condizioni igieniche precarie, oppure consumando verdure contaminate dalla terra o dal letame usato come fertilizzante!Se il batterio Listeria per esempio entra in un’azienda alimentare può riuscire a sopravvivere anche  per anni, contaminando in alcuni casi i prodotti. Il batterio è stato individuato in un’ampia gamma di alimenti crudi, come la carne e le verdure, ma anche in alimenti contaminati dopo la cottura o la trasformazione, come i formaggi molli, le carni trasformate (hot dog e prodotti gastronomici, sia in confezioni sigillate sia in vendita in gastronomia) e il pesce affumicato. Il latte crudo, i formaggi non pastorizzati e gli alimenti a base di latte non pastorizzato sono particolarmente a rischio di contenere il batterio.Nelle donne in gravidanza possono insorgere sintomi simili a quelli dell'influenza:febbre,diarrea,dolori muscolari e disturbi allo stomaco,in questo caso bisogna rivolgersi immediatamente dal ginecologo che valuterà se sono solo sintomi influenzali o listeria,anche in questo caso come nella Toxoplasmosi la certezza la darà un semplice prelievo di sangue,nel caso la gestante abbia contratto  l'infezione seguirà una cura farmacologica a base di antibiotici per evitare che la contragga anche il bambino,vediamo adesso per questa infezione quali sono le raccomandazioni da seguire :
  • Bere solo latte pastorizzato o UHT;
  • Evitare di mangiare carni o altri prodotti di gastronomia senza che questi vengano nuovamente riscaldati a temperature elevate;
  • Evitare di contaminare i cibi in preparazione con alimenti crudi e/o provenienti dai banconi di supermercati,gastronomie e rosticcerie;
  • Non mangiare formaggi molli se non si ha la certezza che siano prodotti con latte pastorizzato;
  • Non mangiare paté di carne freschi e non inscatolati;
  • Non mangiare pesce affumicato 
SALMONELLOSI:
La salmonellosi è un’intossicazione alimentare causata dal batterio della salmonella (Salmonella enteritidis e Salmonella typhimurium) che si trova in alcuni animali: può essere trasmesso attraverso le superfici della cucina oppure può trovarsi nell’acqua, nel suolo, negli escrementi degli animali, nella carne cruda e nelle uova. L’infezione da salmonella (salmonellosi) di solito colpisce l’intestino, causando vomito, febbre e altri sintomi che si risolvono di norma senza alcuna terapia.L’infezione si trasmette per via oro-fecale, attraverso l’ingestione di alimenti contaminati oppure per contatto diretto con oggetti o piccoli animali portatori del
batterio Gli alimenti sono senza dubbio uno dei veicoli primari di diffusione dell’infezione .Il cibo contaminato non presenta però alcuna alterazione delle caratteristiche (colore, odore, sapore, consistenza) quindi cibo che apparentemente potrebbe sembrare "normale"non lo è ,mentre  il contagio può essere avvenuto al momento della loro produzione, durante la preparazione, oppure dopo la cottura a causa di una manipolazione non corretta degli alimenti.Tra i cibi più a rischio ci sono: 
  • Uova crude o poco cotte;
  • latte crudo e i suoi derivati compreso quello in polvere;
  • Carne e derivati ;
  • Preparati per dolci e creme;
  • Salse e condimenti per insalate;
  • Gelato artigianale e commerciale;
  • frutta e verdura (angurie, pomodori, germogli di semi, meloni, insalata, sidro e succo d’arancia non pastorizzati), contaminate durante il taglio.Non dimentichiamoci quindi che portatori dell’infezione possono diventare anche superfici e utensili oppure ogni alimento venuto a contatto con soggetti infetti.Vediamo ora quali sono le raccomandazioni a tavola per la Salmonellosi:
  • Lavare frutta e verdura prima della manipolazione e del consumo;
  • Lavare le mani prima,durante e dopo la preparazione degli alimenti;
  • Refrigerare gli alimenti preparati in piccoli contenitori;per garantire un rapido abbattimento della temperatura;
  • Cuocere tutti gli alimenti derivati da animali,soprattutto pollame,maiale e uova;
  • Evitare o ridurre il consumo di uova crude o poco cotte(all'occhio di bue)de gelati o zabaioni fatti in casa,a alimenti preparati con uova non lavate  quindi sporche o rotte;
  • Consumare solo il latte UHT;
  • Proteggere i cibi preparati dalla contaminazione di insetti e roditori;
  • Evitare la contaminazione tra cibi,avendo cura di tenerli separati(prodotti crudi da quelli cotti);
  • Evitare che persone con diarrea preparino gli  alimenti.    
Spero che questa mia mini guida vi sia stata utile e non siate ansiose come me,perchè tutto si risolve,le nostre ginecologhe sapranno indirizzarci la giusta via,ma cosa più importante fategli tutte le domande possibili e immaginabili,toglietevi qualsiasi dubbio parlando con loro che sono esperti nel campo!!!Vi abbraccio pancine!!



 Recensisco per voi:Minnie la mia prima bambola

Oggi vorrei parlarvi di un giochino educativo che ha ricevuto mia figlia giovedì scorso.Hanno trascorso ancora  poco tempo insieme e già sono diventate amiche inseparabili!!Si tratta di Minnie la mia prima bambola del noto brand Clementoni,è tenerissima ed è proprio adatta alla mia piccola Clara che a soli 19 mesi gioca come una piccola Mammina in miniatura!
Non so le vostre bimbe ma la mia adora giocare con le carrozzine,bambole,barbie etc,insomma tutta sua madre!! *___*!!La bambola è tenerissima,soffice ,ha una tutina lilla ed è dotata di accessori coma :un piattino con cucchiaio per l'ora della pappa,un biberon (dotato di sonaglino all'interno)per la nanna e un ciuccio interattivo che riesce a calmare Minnie facendola smettere di piangere!!Ci sono inoltre cinque tasti ,di cui quattro posizionati sulla punta degli arti e uno a forma di cuoricino sul petto, ognuno con una funzione diversa scopriamoli insieme!Premendo la mano sinistra Minnie chiede il suo ciuccio(al suo interno c'è un magnete che consente al ciuccio di rimanere attaccato alla bocca)se il ciuccio non le viene dato comincia a piangere fino a quando:opzione 1)il bambino/a non gli da il ciuccio! opzione 2)non decidi di premere un secondo tasto altrimenti diventa snervante!
Premendo la mano destra insegna ai bimbi a contare i numeri o chiede il biberon !
Sui piedini invece troviamo sul sinistro il tasto che consente al bimbo di imparare le forme geometriche di base,mentre premendo l'altro si possono ascoltare simpatiche filastrocche e canzoncine(quella della buonanotte secondo me sarebbe da revisionare).Sul petto troviamo l'ultimo bottoncino (ultimo non per importanza!)il più carino secondo me,si trova sul petto di Minnie ed è a forma di cuoricino!Premendo questo tasto i bimbi possono imparare i versi degli animali e i loro nomi(disegnati sul taschino di Minnie troviamo una simpatica rana,un delizioso uccellino e un tenero gattino)è una bambola molto educativa,infatti sviluppa la coordinazione oculo-manuale(mettere il ciuccio,il biberon o il cucchiaio alla bocca)quella dell'affettività(chiede gli abbracci)aiuta anche lo sviluppo cognitivo(impara i numeri e il linguaggio)per non parlare poi della percezione visiva,tattile,corporea e uditiva, l'immaginazione poi...con questa bambola credetemi galoppa a gambe levate!Secondo me potrebbe essere anche un buon regalo adatto dai 12 mesi!Da educatrice d'infanzia la consiglio vivamente,ha tanti vantaggi mentre l'unico svantaggio secondo me è quella dicitura sull'etichetta(lavabile solo in superficie)speriamo che la mia bimba non la macchi di fruttaaa!!!Stay tuned!!!!
Minnie in tutto il suo candido splendore!






retro della scatola
I suoi accessori in dotazione

domenica 5 aprile 2015

 

Cioccolato Si,cioccolato No!

Care amiche/ci volevo farvi innanzitutto i miei più sinceri Auguri di Buona Pasqua e raddoppiarli per chi porta il nome Vincenzo/a !Oggi si festeggia la Santa Pasqua,la Resurrezione di Gesù e grandi e piccini fanno festa con colombe pasquali,uova di cioccolato di svariati gusti,ovetti,coniglietti,agnello di marzapane e da noi in Puglia con un dolce tipico(Scarcella)che le nonne preparano ai loro nipotini,infatti la mia piccola Clara ne ha ricevuta una da mia madre a forma di cestino con l'uovo sodo(aggiungerò la ricetta ;) )Di uova ne ha avuto solo uno ma...meglio così altrimenti la mamma li avrebbe mangiati tutti!Clara è piccola per poter mangiare il cioccolato,a settembre compirà due anni e secondo il pediatra è presto per somministrarglielo in quanto ci sono enzimi che il fegato non riuscirebbe a smaltire ma sinceramente non me ne faccio una malattia,anzi più tardi li conosce e meglio è!Ma a questo punto mi chiedo:Il cioccolato,fa bene o fa male? Le risposte che vengono dal mondo della ricerca sono contrastanti. Da una parte si raccomanda di non abusarne per  i grassi che contiene e per  il suo elevato potere calorico , e quindi abbastanza pesanti per l'organismo del bambino e quindi  poco digeribili,dall'altra parte invece, il cacao è ricco di ferro, di antiossidanti, i polifenoli, e di teobromina, che ha effetti positivi sull’umore!

Si può dare al bambino? 
Diciamo che ci sono diversi dibattiti quando si parla dell'alimentazione,infantile,infatti anche io entro in confusione,perchè cerco sempre confronti con altre mamme,pediatra e internet! Le classiche domande che leggo sono :Possono mangiarlo? Da che età? E come scegliere quello più adatto a loro?La risposta secondo me più giusta è questa data da un pediatra dell’Università La Sapienza di Roma, esperto di nutrizione infantile : Ettore Menghetti
Eviterei di darlo ai più piccini, a cui può risultare indigesto e provocare disturbi gastrointestinali”,“Anche ai più grandicelli va dato ma  con parsimonia, come assaggio occasionale e non come alimento abituale. Il cioccolato delle uova, come quello delle barrette e delle merendine, è ipercalorico e favorisce l’obesità infantile. Meglio non promuovere fin dalla più tenera età cattive abitudini che poi è difficile correggere. Via libera, invece, al cacao in polvere da mescolare al latte per renderlo più appetibile al mattino, perché è magro e perché in questo caso la golosità del bambino è messa a buon frutto per stimolarlo a consumare un alimento nutriente e salutare come il latte”.Voi cosa ne pensate?
Prima regola: una scelta di qualità,come scritto più sù
è consentito,  l’assaggino una volta ogni tanto dell’uovo di Pasqua, a patto però di scegliere un prodotto di buona qualità, di marca conosciuta. sul mercato ce ne sono tante,di tutti i tipi,gusti e fascia di prezzo!  A volte la materia prima lascia a desiderare perchè è :   ricca di grassi saturi scarsamente digeribili e dannosi per la salute,non per altro quelli  delle marche più importanti di solito sono di gran lunga migliori. Meglio evitare,  i prodotti più complessi, tipo il cioccolato cioccolato aromatizzato o arricchito con  mandorle, nocciole ,pistacchi,frutta secca o cereali. La scelta migliore per i bambini è il semplice cioccolato al latte, più sano e digeribile o il classico fondente Esistono vari tipi di cioccolato, che si differenziano a seconda del contenuto di cacao. Il cioccolato infatti non è altro che un mix di zucchero e cacao, a cui possono essere aggiunti burro di cacao, latte, miele, sostanze aromatiche, grassi o frutta secca. A secondo della percentuale minima di cacao contenuta si distinguono cinque tipi:
  • Cioccolato al latte (come minimo 30% di cacao)
  • Cioccolato mi-doux miscela sapientemente dosata di cioccolato al latte e fondente (38%)
  • Cioccolato surfin, un cioccolato dolce con una nota amara abbastanza intensa, dal gusto fine e molto persistente (50%)
  • Cioccolato extra-bitter, che risulta poco dolce con una caratteristica amara molto intensa (60%)
  • Cioccolato amarissimo (70%).
  • Cioccolato bianco, che in realtà non è un vero cioccolato in quanto non contiene cacao, ma solo burro di cacao, con una concentrazione minima del 30%.
È noto che il cioccolato Ã¨ un alimento particolarmente ricco di calorie e, poiché viene spesso mangiato al di fuori dei pasti canonici, rischia di indurre un eccessivo apporto energetico.In ogni caso è sempre preferibile scegliere cioccolato di buona qualità. Quello fondente è considerato migliore in quanto contiene una più alta percentuale di cacao. Ma alcune qualità, come un maggiore contenuto di vitamina A e di calcio, si trovano solo nelle varietà al latte, proprio quella preferita dai bambini!!!Voi invece come la pensate?

La simpatica gallinella #Caffarel


Scarcella a forma di cestino

Eccola in versione "tradizionale"